Aegean

DOCTORCLIP AWARD 2015

THE AEGEAN OR THE ANUS OF DEATH

[L’Egeo o l’ano della morte, Grecia 2014]
di Eleni Gioti

 

Un uomo misterioso appare in differenti luoghi di Atene in cui hanno avuto luogo attacchi razzisti. Perché ci mostra le istruzioni per un giubbotto di salvataggio? Chi sta cercando di salvare dall’ano della morte?
Dal 2000 oltre 23.000 persone dall’Africa e dal Medioriente e oltre – rifugiati di guerra, migranti economici o in cerca di asilo – hanno perso la vita tentando di attraversare i confini verso l’Europa. Centinaia di loro sono annegati nelle acque dell’Egeo. Sempre più spesso i migranti sono respinti in Turchia dalla polizia di confine e costiera; le loro imbarcazioni precarie vengono speronate, distrutte e spesso capovolte.

La poesia di Jazra Khaleed attraversa 5 location di Atene dove hanno avuto luogo attacchi razzisti negli ultimi 3 anni. “L’Egeo o l’ano della morte” è una videopoesia che fa riflettere sull’attuale diffusione di un fascismoordinario in Grecia.

CREDITS
Regia: Eleni Gioti
Script: Eleni Gioti & Jazra Khaleed
Fotografia: Alexis Iosifidis
Suono / Sound Design: Iasonas Theofanou
Voce: Iasonas Panagiotopoulos
Uomo con il giubbotto di salvataggio: Laberouk
Voce registrata: Kostas Haikalis
Color: Claudio Bolivar

Poesia di Jazra Khaleed
Pubblicata in Grecia da Teflon (Vol. 8, Inverno-Primavera 2013)
Tradotta in inglese, francese e tedesco

Eleni Gioti è nata nel 1982 a Salonicco, in Grecia Ha studiato Teoria dei Media ad Atene e Cinema a Parigi.
Lavora come ricercatrice, scrittrice e regista per film sperimentali e documentari.